--- Rossi presidente (chi vincerÓ le elezioni ... del 2016) ---

ANTEFATTO:
Valentino Rossi Ŕ all'apice della sua fama e miete un successo dopo l'altro, mentre l'Italia Ŕ sempre pi¨ in crisi; e se fosse lui l'uomo nuovo della politica italiana?
Piccolo ritratto di fantapolitica in un paese dove i motociclisti vanno al potere, dopo anni di vessazioni da parte dei governi di qualunque colore ...

Viste le imminenti elezioni, ho deciso durante la mia ultima missione di fare un viaggio nel futuro per potervene anticipare i risultati. Purtroppo ho scoperto che il contagiri spazio-temporale dell'astronave Enterprise Ŕ preciso quanto quello di una Yamaha R6, e sono andato avanti di 10 anni rispetto al previsto; ci˛ nonostante, vi riferisco quello che ci aspetta nel futuro.

Dal Gazzettino del Motociclista di maggio 2016:

"Dopo aver assistito al fallimento del centro-destra di Berlusconi, del centro-sinistra di Prodi e del centro-centro di Casini, l'Italia saluta oggi il pi¨ giovane e veloce presidente del consiglio della sua storia: Valentino Rossi.

L'ex centauro ha vinto le elezioni con una maggioranza del 90% in tutto il paese (salvo Roma, dove la sua percentuale Ŕ stata solo del 78%); messaggi di congratulazione sono giÓ arrivati sia dal Primo Ministro australiano, Troy Bayliss, che dal Governatore del Texas Colin Edwards; tiepide reazioni giungono invece dall'Ambasciatore spagnolo presso la Santa Sede, Sete Gibernau, e dal Papa, Giacomo Agostini XV.

Ricordiamo le tappe che hanno portato Rossi ad entrare in politica: dopo aver vinto mondiali con l'Aprilia, la Honda, la Yamaha, la Ducati, la Kawasaki, la sfortunata parentesi in formula 1 con la Ferrari, il ritorno trionfale alla vittoria nelle moto GP con la Malaguti, fece scalpore la maglietta indossata sul podio del Mugello 2015, con su scritto "+ birra + figa + moto x tutti = BFM", diventato in breve un manifesto politico trasversale che accomunava giovani, meno giovani, operai ed intellettuali; alla domanda "Come ti Ŕ venuto in mente questo slogan?" ha risposto "Ah, Ŕ uno slogan? A me sembrava matematica, boh, che ca..o ne so, la maglietta me l'ha scritta Uccio!".

BFM divent˛ l'acronimo pi¨ usato negli SMS, superando perfino il TVB (ti voglio bene).

Mentre Loris Capirossi comprava da Alberto Ranieri il titolo di Granduca del Principato di Monaco, nominando Ingrid Granduchessa (altro che il solito diamante come regalo di compleanno, n.d.r.),e Max Biaggi, dopo essersi fatto Anna Falchi, Naomi Campbell, Valentina Pace, Eleonora Pedron e tutte le finaliste di Miss Italia dal 2005 in avanti si candidava al Senato, Rossi si metteva a capo del movimento BFM dopo aver sconfitto Marco Simoncelli e Andrea Dovizioso alle primarie e, senza presentare programmi o altre menate, limitava i propri comizi al podio dei gran premi ed i passaggi televisivi alle pseudo-interviste di Cereghini & co, in ossequio alla par-condicio.

Memorabile quando, scelto come presentatore del festival di Sanremo 2016, in coppia col vincitore Marco Lucchinelli faceva a gara a chi stonava di pi¨, mentre James Toseland suonava un organo a canne in titanio di fabbricazione Akrapovic; e ancora, lo scontro televisivo a Porta a porta contro il leader dell'opposizione Max Biaggi, al termine del quale anche le casalinghe di Voghera decidevano di votare per lui, convinte che se avesse vinto Biaggi avrebbe aumentato il chattering a tutti.

Insediatosi a Palazzo Chigi, Rossi ha pescato alcuni ministri da un forum su internet: ha nominato come Ministro della Pubblica Istruzione tale Brazov, grazie al quale ora i bambini hanno acquisito padronanza del turpiloquio e imparato le ultime 3 bestemmie che ancora non conoscevano; come Ministro delle Finanze tale Albert che, dopo aver promulgato un decreto legge che statuiva che le Ducati sono care, impegnava 10 miliardi di euro per un'opera pubblica di indubbia utilitÓ: cromare il ponte sullo Stretto di Messina; Ministro del Lavoro tale Robutrix, per il quale alzarsi a mezzogiorno Ŕ giÓ un duro lavoro; Ministro della Cultura tale Bobpezzadoo, col merito di essere l'unico del forum ad aver mai letto un libro in vita sua, precisamente "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta", nella speranza di risparmiare sui tagliandi della sua Ducati.

Il nuovo Ministro della Giustizia, tale Calissi, ha subito abrogato la discussa legge che decretava la pena di morte per i motociclisti sorpresi in autostrada senza il Telepass: a tale proposito, c'Ŕ da registrare uno spiacevole incidente occorso al promulgatore della legge, on. Bobbio.

All'indomani delle elezioni, il Bobbio cercava di espatriare in Svizzera approfittando delle giostre e dei caroselli messi in atto dai motociclisti festanti; per mimetizzarsi, aveva comprato ed indossato casco, guanti, stivali e tuta di pelle, con i quali si era messo alla guida della sua auto diretto verso il confine; senonchÚ, per non farsi riconoscere in volto, aveva indossato il casco con la visiera dalla parte della nuca e parte posteriore sulla faccia (nonchŔ paraschiena esterno alla tuta con le protezioni dalla parte della pancia); in assenza quindi di alcuna possibilitÓ di vedere dove stava andando, dopo la terza curva sulla statale piombava sul parcheggio di un ristorante dove si teneva un raduno dei Motociclisti di Satana, provocando lo strike delle moto parcheggiate; non Ŕ noto se i Motociclisti di Satana lo abbiano riconosciuto, fatto sta che Ŕ stato ferocemente lapidato sul posto, ed i suoi resti mortali dati in pasto ai cani (quando ce v˛ ce v˛, n.d.r.); tra i pi¨ attivi nel lancio delle pietre Ŕ stato notato un arzillo vecchietto, tale Windicator, che si trovava a passare di lÓ a bordo di un motocarro Guzzi.

Tornando all'impatto sulla gente delle nuove politiche di governo, notevoli gli sforzi promossi del Ministro dei Trasporti Franco Uncini per migliorare la sicurezza e la viabilitÓ stradale: verranno montati gli air-fence a ridosso dei guardarail sulle statali e gli ausiliari del traffico saranno obbligati a sventolare le bandiere gialle almeno 500 metri prima delle postazioni autovelox, pena l'annullamento delle contravvenzioni; tra le iniziative del Ministro della SanitÓ, dott. Claudio Costa, l'abolizione del ticket sulle gomme introdotto dai precedenti governi.

A furor di popolo il Ministero delle Belle Arti Ŕ stato affidato a Massimo Tamburini, mentre il suo predecessore Terblanche Ŕ stato esiliato all'isola di Sant'Elena insieme a tutte le SportClassic.

Anche nel mondo dello spettacolo ci sono cambiamenti: Max Biaggi, giÓ conduttore di un seguitissimo spettacolo preserale intitolato "Il muro del pianto", dove la gente telefona da casa per lamentarsi dei torti subiti, viene "epurato" dopo una conferenza stampa tenuta da Rossi a Brno; Emilio Fede, ritenuto troppo poco lecchino, viene sostituito alla guida del TG4 da Guido Meda; Fabio Canino, conduttore di "Cronache Marziane", ritenuto troppo maschio, viene sostituito da Marco Melandri; Alessandro Del Piero, a forza di parlare con gli uccelli, viene scelto per la parte che fu di Ninetto Davoli nel rifacimento di un celebre film di Pierpaolo Pasolini.

In questo clima di festoso rinnovamento (dove le donne la danno senza fare troppe storie, la birra costa meno dell'acqua minerale e guidare la moto non Ŕ pi¨ un reato) c'Ŕ per˛ un movimento ultra-conservatore, capeggiato dal giÓ nominato Biaggi, da un ducatista del 1972 e da un omone grande e grosso che si ostina a guidare le Transalp, che vorrebbe restaurare la cambiata manuale e la frenata non assistita, abolite dalla Grande Riforma Honda del 2011 che obbliga le moto a montare cambio automatico e ABS; il movimento sta giÓ facendo proseliti appoggiato dalla Chiesa, dagli ex-democristiani e dal Coordinamento Femministe Racchie.

RiuscirÓ Valentino Rossi a restare in sella al suo governo fino al traguardo del 2021 senza uscire fuori pista? - gli ha domandato Bruno Vespa - Boh! - ha risposto il premier - Io corro, corro, corro, corro, corro, corro, corro, corro, e quando arrivo trovo il bagno sempre occupato!"

Il sempre vostro
Capitano Kirk
anno astrale 200.23.5856.48.checcaz..stoadý

BFM a tutti.